"Le aspettative vanno costruite sul campo"

Al termine del test vinta con la Rappresentativa Alto Savio, terminata 11-0, il tecnico Domenco Toscano ha fatto un bilancio,dopo la prima settimana di allenamenti. "I ragazzi stanno lavorando tanto - ha esordito - ma c’è ancora molto da fare: la palla non gira veloce come piacerebbe a me e mettiamo un tempo in più nella giocata, ma ho visto un gruppo che si applica nel fare ciò che stiamo provando, quindi dobbiamo andare avanti così. In fase offensiva c’è una base su cui lavoriamo, ma l’interscambiabilità deve essere continua: gli attaccanti si sono mossi bene e devono cercare di indirizzare e finalizzare l’azione. Sono loro a determinare le linee di passaggio mentre oggi ci siamo mossi in ritardo, ma ci sta. I carichi di lavoro? Bisogna avere ritmo per giocare a calcio in questi tempi: non ci si può permettere di correre meno delle squadre".

Il tecnico bianconero ha proseguito parlando dell’importanza del collettivo e dei giovani presenti in ritiro: "C’è stata grande applicazione da parte di tutti: ho visto molta collaborazione tra i ragazzi. Stiamo creando le basi utili per costruire ciò che vogliamo ed è importante che qui si crei qualcosa di forte nel gruppo: dobbiamo imparare a soffrire lavorando su questa strada, con intensità e voglia. I giovani? Stanno andando bene, ma bisogna farli crescere senza mettere troppa pressione addosso. A Cesena c'è una tradizione e qui ho trovato giovani veramente bravi, con grandi qualità, ma la Serie C è un campionato complesso e bisogna fargli capire a cosa andranno incontro".

"Abbiamo le idee chiare sugli obiettivi da raggiungere: io alleno la squadra che ho a disposizione, non penso a chi non c’è". Ha commentato così il mercato bianconero, mister Toscano, che si è poi soffermato sulle prospettive della squadra: "La cosa che conta è quella relativa alla strada che vogliamo intraprendere, poi sarà il campo a dire se i giocatori presi saranno importanti. Noi cerchiamo profili che possano alzare il livello e aiutare il gruppo a crescere. Le aspettative? Dobbiamo costruirle sul campo. Sappiamo di partire dietro ad alcune squadre con un gruppo collaudato come Reggiana e Virtus Entella: noi dobbiamo lavorare per colmare questo gap".